Primo flashmob invisibile

15 luglio 2009

Ne abbiamo visti di tutti i tipi.

Realizzare flashmob sta diventando una “moda”. Tutto a scapito del mezzo, sempre meno originale ed efficace.

Ma in questa ondata di omogeneità c’è chi si differenzia e gioca sull’ironia creando il primo flashmob invisibile.

Ideato da Torke per generare traffico verso il blog Invisible Red.

Fonte: Invisiblered

Annunci

Business card da sciogliere

15 luglio 2009

Molte volte la bussines card, uno strumento ordinario e convenzionale, riesce con un pizzico di inventiva a veicolare alla perfezione ogni tipo di messaggio.

In questo caso la Leo Burnett di Toronto aveva l’incarico di pubblicizzare Derek Michael Royer, un massaggio-terapeuta.

L’agenzia ha deciso di puntare sul compito principale che un professionista di questo settore si trova a svolgere: sciogliere i nodi muscolari. Ed ecco, per conoscere tutte le informazioni sul terapeuta i clienti si sono ritrovati a dover sciogliere il nodo fatto a questo biglietto da visita su tela.

derekmassage

Fonte: Ibelieveinadv


Busvertising

15 luglio 2009

Toys direct è un negozio online di giocattoli.

Per generare traffico verso il proprio sito, ha realizzato questa campagna ambient applicando degli stickers sugli autobus.

toysbus-600x352

Fonte: Scaryideas

A voler essere sinceri, al primo sguardo si è tentati a credere che si tratti di una promozione per le pile Duracell. Non si può negare che il richiamo alle batterie “che durano di più” sia immediato.

Vi mostro allora un’operazione ideata dall’agenzia BBDO di Dubai, questa volta davvero per Duracell.

duracell_book

Fonte: Adsoftheworld