Effetto Axe

20 Mag 2009

Ultima operazione per Axe e il suo irresistibile “effetto”.

La creatività dell’agenzia When Gee di Seoul si è sbizzarrita nel trasformare la facciata di un dormitorio per studentesse nella pagina di un enorme calendario. In ogni finestra è rappresentata una donna differente.

Il concept credo sia immediato: l’uomo che utilizza Axe può avere una donna diversa ogni giorno.

Immagine1

AXEschedule2

Fonte: Adsoftheworld

Come detto, questa è solo l’ultima in ordine cronologico.

In passato Axe ha realizzato delle campagne straordinarie. In molte è innegabile l’esplicito riferimento alla sfera sessuale ed erotica e, bisogna ammetterlo, a volte sconfinate nel cattivo gusto.

Cosa dite ne rivediamo alcune?

Partiamo da questa campagna di stickering.

I cartelli dell’uscita di sicurezza e di un bagno pubblico, grazie ad un semplice adesivo, si trasformano nel supporto della campagna del deodorante dalle “attrattive” caratteristiche.

axe

axe_toilet

*****

Ancora uno sticker. Questa volta si mostrano gli “effetti collaterali” dell’uso di Axe.

Agenzia BBH, Singapore.

Babe On Board

*****

Un direct tanto semplice quanto efficace.

axe_bierdeckel

*****

I bagni pubblici sono una location spesso utilizzata per operazioni non convenzionali.

Agenzia Brandcom, Emirati Arabi.

2axe2

298246191_82229ebd7b_o

axe ads1

*****

Agenzia Lowe Ginkgo, Uruguay.

Questi adesivi sono stati collocati nei bagni maschili delle principali discoteche di Montevideo, Uruguay.

Immagine9

*****

Un risultato certo. Axe Shower Gel + acqua = tante donne.

Immagine11

*****

Con il tocco di creatività di Axe anche dei banali asciugamani assumono nuovo significato.

Agenzia: Lowe Mena, Dubai.

Immagine6

*****

Galleria di Sao Paulo, Brasile.

aa53bb6e6e043461ad98c8b7dcbbd1ae

*****

Un tappetino per il mouse firmato Axe.

Immagine13

*****

Ultima, ma non in importanza ed eccezionalità, anzi, è l’operazione di ambush marketing o marketing d’imboscata.

L’ambush marketing è una tecnica di guerriglia marketing che consiste nell’infiltrare elementi di una comunicazione pubblicitaria di un determinato brand all’interno di un evento già sponsorizzato da altre aziende.

Questa tecnica è stata messa in pratica durante una maratona femminile.  A 100 metri dalla partenza, un uomo con una t-shirt nera firmata Axe attraversa le transenne e dopo essersi spruzzato il deodorante, incomincia a correre.

Effetto visivo assicurato: 6000 donne inseguono un uomo attirate dall’effetto Axe.

Agenzia Uncle Grey, Aarhus  Danimarca.

3095433706_99dbf16bdf_o

Per saperne di più e scoprire altre campagne visitate questo blog interamente dedicato all’ Axe Effect: Axeads

Annunci

Una palla da bowling al museo

1 Mag 2009

Come si può realizzare una campagna di grande effetto quando si ha un basso budget?

Ingegnoso quello che  ha ideato la Memac Ogilvy Label in Tunisia.

La finalità dell’operazione è la promozione del nuovo Golden Bowling. Per raggiungere il target, i ragazzi tunisini, con un pizzico di provocazione l’agenzia ha trasformato il monumento del museo Citè des Sciences di Tunisi,  in una gigante palla da bowling. Come? Ordinari stickers che riproduco i tipici fori.

Il museo è collocato nei pressi di un’area per studenti ed è ben visibile dall’autostrada. Astuta azione che garantisce alta visibilità.

immagine63

Fonte: directdaily


Zoo Safari: un’esperienza a stretto contatto

26 aprile 2009

Lo Zoo Safari di San Paolo, non è il solito zoo.

Gli animali  non sono richiusi in gabbie ma,come in un parco safari, vagano liberamente.

I visitatori, che circolano in auto, possono ritrovarsi ad avere contatti piuttosto diretti con gli animali.

L’agenzia DDB, per dare l’idea della particolarità di questo zoo, ha ideato una campagna di stickering.

Degli adesivi elettrostatici sono stati fissati sul parabrezza di autovetture parcheggiate, a voler dare un primo assaggio dell’esperienza che un visitatore del parco si troverebbe a vivere.

L’effetto realistico degli sticker, dà l’impressione che l’animale sbirci all’interno del veicolo.

immagine62

Fonte: scaryideas

La città di San Paolo, aveva già assistito ad azioni non convenzionale per lo Zoo Safari realizzate dalla DDB.

Qualche anno fa,  alcuni ragazzi passeggiavano per le strade indossando queste t-shirt:

immagine71

Le magliette riportavano queste scritte: “Zoo Safari. Non sei mai stato così vicino ad un leone”“Zoo Safari. Non sei mai stato così vicino ad una tigre”.