Seguili in spiaggia e….. uccidili!

28 aprile 2009

L’estate è una stagione in cui è difficile raggiungere il pubblico televisivo. Come può fare uno show a pubblicizzarsi?

La DraftFCB, per attirare l’attenzione e promuovere “Weekend Murders”, una serie tv di omicidi, ha deciso di seguire il target nel luogo in cui si sposta.

Le spiagge sono diventate delle scene del crimine. Un banale telo da spiaggia rosso sangue  e l’effetto visivo è creato. Chi ha ricevuto in omaggio  il telo brandizzato si è trasformato inconsapevolmente in testimonial dello show.

immagine25


Alcuni la chiamano segnaletica orizzontale…

22 aprile 2009

Il marketing non convenzionale, attraverso l’ambient advertising, cerca di raggiungere un pubblico sempre più impermeabile ai messaggi veicolati attraverso i media tradizionali. Trasforma e utilizza elementi dell’arredo urbano per stupire e far penetrare nel quotidiano un messaggio pubblicitario.

Spesso, ad essere mezzo di comunicazione, è la segnaletica stradale, sia quella verticale che orizzontale. Tra le più utilizzate c’è indubbiamente l’attraversamento pedonale, altrimenti detto striscia pedonale o “zebra”.

Per rendere l’idea ho scelto alcune delle più singolari:

faixaBrasile – agenzia OpusMùltipla. Per diffondere la notizia dell’inizio dei saldi nel centro commerciale Curiba, le strisce pedonali si sono trasformate in un codice a barre pubblicitario.

*****

immagine23

Victoria, Australia – agenzia Grey di Melbourne. Il claim della campagna:“don’t be a tosser, bin your butt’s”. Un problema serio della città australiana sono le cicche delle sigarette gettate per strada.Per sensibilizzare i cittadini è stata attuata questa temporanea azione di ambient.

*****

mini-guerrilla-marketing2

La Mini è leader nell’utilizzo dell’unconventional. Poteva non utilizzare anche le strisce pedonali? Certo che no..

*****

meisterproper

Agenzia Grey Worldwide. Le striscie pedonali diventano un mezzo per comunicare la forza pulente del prodotto, il noto MastroLindo.

*****

immagine11

India- agenzia Orchard Advertising. Facile intuire il soggetto da promuore: un parrucchiere, il Bubbles Hair Salon. Lo strumento del lavoro si trasforma nell’attraversamento pedonale per i clienti.

*****

pcabars

Sidney- agenzia Saatchi & Saatchi.“Dont’ speed”: un’avvertimento agli automobilisti a rallentare in prossimità dell’attraversamento riservato ai pedoni.

*****

crosswalkads12

Portogallo- agenzia Draft FCB. Un’altra campagna di sensibilizzazione. Le strisce pedonali diventano una lunga lista dei nomi delle vittime di incedenti stradali. Il claim: “1/4 delle vittime degli incidenti stradali sono pedoni”.

*****

verkeersslachtoffers-3gr

Stessa tematica. Il claim “Una vittima di incidenti stradali su dieci è un pedone”.

*****

crosswalkads06

India,Mumbai- agenzia Contract. Per promuovere il turismo nel Sud Africa vengono utilizzate le “zebre”. Il claim: ” E’ più vicina di quanto si pensi”.

*****

fedexkinkos-1_02

New York – agenzia BBDO. Promozione per FedEx Kinko’s, catena di negozi specializzati nella stampa e copia di documenti.

*****

knobs2

Belgio-McCann Erickson. Ambiente per i preservativi Durex.

*****

strisce-pedonali-31

Italia, Cava de’ Tirreni (SA)- agenzia MTN Company. Per “Le settimane dell’Architettura e del Design”, le strisce pedonali sono state personalizzate dalle aziende aderenti al Consorzio Ceramisti Cavesi con decori floreali e astratti. Si tratta del primo esempio italiano di guerriglia applicata alla segnaletica orizzontale.

*****

immagine52

Germania-agenzia Start. Il claim:“More than zebras”. L’idea craetiva è sostituire il tradizionale attraversamento “zebra” con una nuova versione attraversamento “tigre”. Tutto ciò per promuovere lo zoo della città di Salzburg.