La Società Internazionale per i Diritti Umani contro la lapidazione

29 aprile 2009

La lapidazione è una disumana pena di morte ancora diffusa in molti stati islamici come Iran, Nigeria, Arabia Saudita, Sudan, Emirati Arabi Uniti, Pakistan, Afghanistan e Yemen. E’ una condanna inflitta anche per banali “crimini” come la prostituzione e l’adulterio.

La Leo Burnett di Francoforte per la Società Internazionale per i Diritti Umani (ISHR) ha realizzato questa campagna per dunuciare queste barbare esecuzioni.

Le pietre, arma usata per uccidere i condannati, in questa campagna diventano lo strumento comunicativo. L’intento è esprimere che ci sono molte ragioni contro la lapidazione quante sono le pietre che compongono ogni muro.

immagine16

“La quantità di pietre usate per uccidere Zhaleg”: è la traduzione del messaggio che compare sul manifesto.

Fonte: Osocio

Annunci